Ascolta Radio Bresciasette
Radio Bresciasette
Ascolta Radio Bresciasette
Radio Classica Bresciana
Di' la tua!

Processo per la strage di Piazza Loggia

Ore 10:37 mercoledì, 10 febbraio 2010
Processo per la strage di Piazza Loggia
A 35 anni di distanza la strage di piazza della Loggia non è più esperienza diretta della maggior parte dei bresciani. Ora è in corso l'ennesimo processo in cerca della verità.

Teletutto e il Giornale di Brescia ne dànno conto settimanalmente. Molti dicono che occorre continuare a cercare, altri dicono che è meglio lasciare perdere.

Vota il sondaggio e lascia il tuo commento.

Commenti (23)
tartufo_dalba, venerdì 12 febbraio 2010, ore 12:48
Dopo tutti questi anni ... piantiamola di far ridere e di voler mantenere vivi fantasmi che oramai sono stati rimossi dallo schifo dei governi che si sono succeduti, e che hanno voluto metterci una pietra sopra ...
eugenio, domenica 13 settembre 2009, ore 12:20
eppure non siamo al sud,ma sono quasi certo che l'omerta' e l'indifferenza che la' regnano sovrani anche qui la stanno facendo da padrone.i colpevoli della strage sono purtroppo protetti dalla nostra indifferenza e scarsissima umanita' mi spiace che le povere famiglie brutalmente coinvolte in tale efferabile vigliaccata non abbiano ancora trovato pace nella giustizia che ahime' dorme.
Simone, lunedì 27 aprile 2009, ore 20:04
Abbandoniamo la ricerca: ormai non si troverà più niente. Questo non perchè è impossibile, ma perchè la marceria politica che sta dietro le quinte lo rende impossibile. E' uno spreco inutile di denaro.
wal, lunedì 20 aprile 2009, ore 12:59
Con tutto il rispetto per i sopravvissuti e le ferite lasciate nei familiari: 35 anni e non abbiamo ancora condannato, penso che i familiari abbiano perdonato chi ha commesso il fatto, ma la giustizia italiana su questi casi fa acqua da tutte le parti e avvocati e giudici si sono arricchiti alle spalle della gente, come sempre, vergognatevi di non avere lasciato in pace il dolore della gente che non dimentikerà mai e che ogni volta che si apre un processo devono ricordarsi i fatti avvenuti riaprendo nel loro cuore una ferita che non si rimarginerà mai. Non è da dimenticare ma neanche ricordare senza aver risolto il caso. Italia in queste cose sei una pena
Ale, mercoledì 15 aprile 2009, ore 09:23
Credo che la ricostruzione di una verità processuale non sarà possibile. Troppo alto è il grado di rilevanza politica della vicenda; della strage di piazza Loggia, come di molte altre. Ciò non toglie che sia possibile far emergere una verità storica che possa contribuire a formare una coscienza civile consapevole e un'opinione pubblica attiva. Ed è questo, a mio parere, che in una democrazia è irrinunciabile.
duro59, martedì 14 aprile 2009, ore 09:30
Ho vissuto personalmente questa tragedia,il ricordo è ancora vivo in me, continuerei sempre e comunque la ricerca della verità ma mi rendo conto, ormai con rassegnazione, che è inutile continuare a disperdere soldi ed energie per una verità talmente contorta e sepolta, purtroppo la nosta Italia è ormai piena di verità storiche controverse, possiamo solo sperare che la storia futura ci possa restituire quello che ad oggi è talmente nascosto da parere inesistente. l'importante, a questo punto,è ricordare senza strumentalizzare e fare conoscere alle nuove generazioni l'oscuro periodo vissuto per vigilare che tutto questo non debba ripetersi
ALEFELIX, venerdì 10 aprile 2009, ore 15:05
A PARTE CHE IL SONDAGGIO E' RIDUTTIVO E TROPPO SEMPLIFICATIVO, MA MEGLIO CHE NIENTE, BISOGNA ANDARE AVANTI , PER GIUSTIZIA , NON IMPORTA COME E QUANDO VERRA' FATTA, MA E' NOSTRO DOVERE. DOVERE MORALE? CHIAMETELO COME VOLETE , A ME FA RABBIA SAPERE CHE I PRINCIPALI ACCUSATI STIANO VIVENDO TRANQUILLAMENTE LE LORO VITE NELLE LORO CASE, MAGARI PIU' SERENI E AGIATI DI ME. SE NON ALTRO IN QUESTI 35 ANNI L'HANNO FATTO E HANNO ANCHE SCOLVOLTO LE VITE DI ALTRE PERSONE.
mauri57, venerdì 10 aprile 2009, ore 12:57
Personalmente sono per la ricerca della verità a tutto campo visto che fatti come piazza della Loggia hanno cambiato la storia d'Italia e quindi anche la nostra di singoli cittadini ,detto questo però mi chiedo se dopo tanti anni il risultato di nuove indagini e di un nuovo processo sarebbe reale e definitivo o se si traduce solo in un continuo spreco di risorse e soldi dei contribuenti. Altra domanda che mi pongo è se veramente si cerca la verità come valore assoluto al quale tutti si dovrebbero ispirare oppure se si vuole cercare una "verità" da poter usare e manipolare per scopi politici molto meno nobili. Ultima cosa anch'io come altri trovo riduttivo dover rispondere alle 6 domande del sondaggio.


< Indietro
Di' la tu@ dove vuoi tu!
segnala la pagina ad un amico