vai alla Home Page
Google
  cerca
Luciano Salomoni Palazzo
Le Foto di BOL
ANNUNCI
BRESCIA NON PROFIT
CONOSCI IL TERRITORIO
FORMAZIONE E LAVORO
SPORT
TEMPO LIBERO
FORMAZIONE E LAVORO
SONDAGGIO

Ue: via libera a orari di lavoro oltre le 48 ore. Sei d'accordo?

1 Si
2 No

[ Vedi i risultati ]
[ Archivio sondaggi ]
Numerica

image
CURRICULUM VITAE: BELLO FUORI, BUONO DENTRO


Provate ad immaginare la segreteria di una società di Ricerca e Selezione del Personale, che riceve 24 ore su 24 (?) quintali di curriculum vitae (via posta, fax, e-mail, e "brevi manu"); identifica di ognuno il riferimento (inserzione cui risponde, obiettivo professionale, ...), li smista secondo le ricerche in corso, li archivia in un data base di circa 20.000 altri curricula, ...

Capirete bene che in mezzo a quintali di curricula uno di immediata lettura conquista subito la simpatia del selezionatore.
Questa piccola accortezza è poi il primo segnale di qualcosa di ben più profondo: la chiarezza di obiettivi professionali e la capacità di comunicarli efficacemente.
Il candidato ha ben in mente i contenuti di ruolo della posizione alla quale si sta candidando, o la direzione che intende dare al proprio percorso professionale, ed è in grado di trasferire la stessa chiarezza al proprio lettore.
Ecco perché è meglio comporre di volta in volta un curriculum mirato, scegliendo quali esperienze mettere in risalto e in quale ordine.


Dopo venti anni di esperienza nella selezione ci permettiamo di segnalarvi un format che risulta funzionale a quanto detto fin qui.

Una lunghezza non superiore alle due pagine e le informazioni organizzate in cinque aree ben distinte con tanto di titolo.

I dati anagrafici
La residenza, il domicilio e tutti i recapiti ben in evidenza, subito dopo il nome.

Gli studi
Partite sempre dagli ultimi, dal master oppure dalla laurea fino al diploma.
Indicate il titolo della tesi solo se si è trattato di un progetto particolarmente impegnativo e gratificante, oppure se "vi può fare gioco" in un'ottica di coerenza con la posizione cui vi candidate.
Il voto, solo se si tratta di un buon voto.

Le esperienze professionali
Anche qui in ordine inverso, dall'attuale alle precedenti, con in evidenza data, azienda (con una breve descrizione del business a meno che non si tratti di un'azienda universalmente nota), posizione, competenze ordinate per progetti gestiti o per attività principali.
esempio:
1998/oggi XYZ SpA (produzione di viti e bulloni)
Addetto Amministrativo
attività di organizzazione:
partecipazione a..
gestione di......
supporto a ....

Le lingue
Secondo una scala che di solito è a 4 o 5 livelli: elementare, discreto, buono, ottimo e madrelingua. Senza barare, perchè potrebbero essere testate in fase di colloquio. Non è neppure il caso di architettare combinazioni del tipo:
Inglese scritto: buono - parlato: discreto - tecnico: ottimo.
Il consiglio è quello di fare una media onesta dei livelli.

Le informazioni addizionali
Quest'area è riservata a "tutto il resto" (anche qui in modo coerente): i corsi di fomazione, oppure un'esperienza "di vita", la disponibilità reale al trasferimento, gli hobbies. Meglio pochi punti approfonditi che il classico elenco (ad esempio, sostituite lettura con mi piace leggere, in particolare libri di...).
Attenzione! A volte è proprio sulle informazioni addizionali che si può "pilotare" oppure "subire" il colloquio. Aspettatevi quindi di dover sempre motivare e spiegare quanto di "strano" riportate in quest'area.


E poi... in bocca al lupo!

In collaborazione con Iocap


versione per la stampa
segnala la pagina ad un amico