vai alla Home Page
Google
  cerca
Max Russo Alba
Le Foto di BOL
ANNUNCI
BRESCIA NON PROFIT
CONOSCI IL TERRITORIO
FORMAZIONE E LAVORO
SPORT
TEMPO LIBERO
VISITARE BRESCIA
DOVE MANGIARE
DOVE DORMIRE
HOTEL IN PRIMO PIANO
B&B IN PRIMO PIANO
Numerica
TRASPORTI
AGRITURISMO
TROVA IL TUO AGRITURISMO
Parole cercate
Comune
Eventi
"È questa la vita che sognavo da bambino?"

In scena il monologo "È questa la vita che sognavo da bambino?" di Luca Argentero, regia di Edoardo Leo e incentrato sulle vite del ciclista Luisin Malabricca, l’alpinista Walter Bonatti e lo sciatore Alberto Tomba, alle 18 e 21. 


DOVE: Botticino
QUANDO: 24 febbraio
Pensare per immagini

Mostra "Pensare per immagini - Opere pittoriche di Giacinto Cargnoni". Da giovedì a domenica dalle 16 alle 19.30.


DOVE: Brescia
QUANDO: 27 gennaio-23 febbraio
"Chet"

Per la stagione "Altri percorsi" del CTB, Paolo Fresu in scena con "Chet".

Chet Baker, uno dei miti musicali più controversi e discussi del Novecento, rivive grazie alla musica di Paolo Fresu e a un cast di sette attori in uno spettacolo scritto da Leo Muscato e Laura Perini. Chet! nasce dalla fusione e dalla sovrapposizione tra scrittura drammaturgica e partitura musicale, creando un unico flusso di parole, immagini e musica per rievocare lo stile lirico e intimista di questo jazzista tanto maledetto quanto leggendario. Paolo Fresu alla tromba, Dino Rubino al piano, Marco Bardoscia al contrabbasso sono le voci evocative di un cast d’eccellenza composto, tra gli altri, da Alessandro Averone, Rufin Doh, Daniele Marmi, Graziano Piazza e Laura Pozone. La regia di Leo Muscato modula l’incessante oscillare tra passato e presente, che fa affiorare fatti ed episodi disseminati lungo l’arco dell’esistenza di Chet Baker, da quando bambino suo padre gli regalò la prima tromba, fino al momento prima di volare giù dalla finestra di un albergo di Amsterdam. Si delinea la figura del grande trombettista, che fra sogni, incertezze, eccessi ha segnato una delle pagine più importanti della storia della musica. Una narrazione del nostro tempo che avviene attraverso un linguaggio diretto, in un continuo sfalsamento di piani temporali. Il racconto appassionato di un uomo geniale e difficile, e del suo incredibile e incontenibile talento.


DOVE: Brescia
QUANDO: 21-23 febbraio