vai alla Home Page
Google
  cerca
Max Russo Alba
Le Foto di BOL
ANNUNCI
BRESCIA NON PROFIT
CONOSCI IL TERRITORIO
FORMAZIONE E LAVORO
SPORT
TEMPO LIBERO
VISITARE BRESCIA

Ristoranti
Agriturismo
Pizzerie
Trattorie

DOVE DORMIRE
HOTEL IN PRIMO PIANO
B&B IN PRIMO PIANO
DOVE MANGIARE
DOVE DORMIRE
ITINERARI
E-MAIL
Numerica
Il piede diabetico

Non è la prima volta che Panacea si occupa della malattia diabetica ma sicuramente è la prima volta che decide di esaminare a fondo una delle sue complicanze più frequenti e temute: il piede diabetico.
Oggi, grazie alle moderne terapie, l’aspettativa di vita per i pazienti diabetici non differisce sostanzialmente da quella della popolazione normale con conseguente aumento delle complicanze croniche di questa malattia che, secondo le previsioni dell’ O.M.S., nel 2025 colpirà più di 300 milioni di persone nel mondo. Le complicanze della malattia diabetica sono note da tempo e sono strettamente correlate all’eccessivo accumulo di glucosio presente nel sangue che danneggia piccoli vasi (retinopatia e nefropatia), grandi vasi (cardiopatia ischemica, arteriopatia degli arti inferiori, arteriopatia dei tronchi sovraaortici) ed i nervi periferici (sensitivi, motori, autonomici).

Si parla di piede diabetico quando la neuropatia diabetica e/o l'arteriopatia degli arti inferiori compromettono la funzione o la struttura del piede.
I due quadri, definiti anche come piede neuropatico o piede ischemico, sono profondamente diversi tra loro: tuttavia nella gran parte dei soggetti soprattutto di età avanzata, coesiste sia la neuropatia che la vasculopatia, e si parla quindi di piede neuroischemico.

La complicazione più grave di un piede diabetico con un'ulcera aperta è l'infezione, ed è spesso questa la vera causa che porta all'amputazione. Nei diabetici vengono eseguite più del 50% di tutte le amputazioni maggiori, sopra la caviglia. Nell' 84% dei casi l'amputazione viene effettuata in conseguenza di un'ulcera del piede che non guarisce e si aggrava. Si stima che circa il 15% dei diabetici andrà incontro nella sua vita a un'ulcera del piede. Il piede diabetico viene così a costituire la complicanza che comporta il maggior numero di ricoveri ospedalieri con ingenti costi sanitari.

Della malattia diabetica, del piede diabetico, di come prevenirlo, di come fare diagnosi precoce, di come curarlo da un punto di vista medico e con le moderne tecniche di angioplastica si parlerà in studio con gli ospiti:

Dott. Lanfroi Graziani, Dirrettore Responsabile del Servizio di Emodinamica presso l’ Istituto Clinico Citta’ di Brescia e l’ Istituto Clinico Sant’ Anna di Brescia
Dott. Erminio Tabaglio, Medico di medicina generale, presidente della sezione provinciale della S.i.m.g.
Dott. Antonino Cimino, Dirigente medico dell’ U.O. di Diabetologia Azienda Ospedaliera “ Spedali Civili “ di Brescia



Inizia una nuova rubrica "Le vie del latte" dedicata al latte ed ai suoi derivati con il Prof. Germano Mucchetti, tecnologo alimentare dell' Università di Parma.



versione per la stampa