Ascolta Radio Bresciasette
Radio Bresciasette
Ascolta Radio Bresciasette
Radio Classica Bresciana
L'UOMO - MEDICO E LA MEDICINA

L’ O.M.S. ( Organizzazione Mondiale della Sanita’) alla fine del secolo scorso,  aveva scelto un motto d’effetto per lanciare un progetto ambizioso: “ la salute per tutti entro l’ anno 2000”. Siamo entrati nel terzo millennio e l’ obiettivo e’ ancora molto lontano, nonostante gli straordinari progressi della ricerca nei campi della biologia, della genetica, della biotecnologia, della fisica, dell’ informatica, dell’ ingegneria biomedica. Perche’? E perche’ la Scienza Medica oggi viene ripetutamente interrogata dalla Societa’ sulle sue reali finalita’, i suoi metodi, i suoi costi sociali ed economici e la sua stessa etica? Dov’e’ e qual’e’ la maglia debole di una catena cosi’ articolata e complessa che e’ stata creata e che opera per garantire “ salute per tutti “ anche se non se ne conosce piu’ la scadenza? Cosa, in parole povere, si rimprovera alla medicina e al medico di oggi? Che forse, strada facendo, nella corsa frenetica verso piu’ scienza, piu’ tecnologia, piu’ burocrazia, meno costi, meno tempo a disposizione, ha perso di vista  quell’ alleanza terapeutica con il malato che sin dall’ antichita’ ha sempre caratterizzato l’ arte medica? Ed il medico, come si sente nelle vesti fuori taglia , di manager e burocrate della medicina? Cosa prova nel suo intimo quando si relaziona con pazienti nei quali, spesso,  avverte dubbio, diffidenza, ostilita’?
L’ uomo ha bisogno di valori per dare un senso alla propria esistenza e per un medico e’ un grande privilegio che cio’ possa coincidere con il senso della sua stessa professione. Questa e’ un grande realta’ che comunque, per le ragioni su esposte, diventa sempre piu’ difficile vivere e gestire. Ecco dunque che la FNOMCeO ( federazione nazionale dell’ ordine dei medici chirurghi ed odontoiatri ), nel dicembre del 2006 ha presentato il Nuovo Codice Deontologico dei Medici Italiani che aggiorna quello redatto nel 1998 e dove  in 73 articoli vengono dettate linee di indirizzo vicolanti per tutti i medici italiani circa le grandi tematiche come la centralita’ del benessere dei pazienti, la liberta’, l’ indipendenza e la dignita’ della professione medica, , l’ educazione alla salute, la qualita’ professionale e gestionale ed altro ancora. Ma sopratutto, viene ribadito con forza il concetto che  il medico, nella tutela della salute, e’  portatore di un progetto dove la cura della malattia e’ saldamente correlata al rapporto di fiducia con il proprio paziente.

Queste ed altre tematiche verranno affrontate nel corso della trasmissione dai seguenti relatori:

Prof. Francesco Castelli
Prof. straordinario della Clinica delle Malattie Infettive e Tropicali dell’ Univ. degli studi di Bs. Direttore del Dipartimento materno-infantile dell’ Univ. degli studi di Bs., Presidente della Medicus Mundi Italia
Dott. Raffaello Mancini
Presidente dell’ Ordine dei Medici ed Odontoiatri della provincia di Brescia
Prof. Sergio Cosciani Cunico
Direttore della Clinica Urologia dell’ Universita’ degli studi di Bs e dell’ U.O. di Urologia della Azienda Ospedaliera “ Spedali Civili “ di Bs.





versione per la stampa