vai alla Home Page
Google
  cerca
Fabrizio Squassina Magiche Rondinelle
Le Foto di BOL
ANNUNCI
BRESCIA NON PROFIT
CONOSCI IL TERRITORIO
FORMAZIONE E LAVORO
SPORT
TEMPO LIBERO
Vai a Ottopiù Mercato Vai a Ottopiù Vai a Smoll
 
Numerica
image
LEZIONI DI SQUASH

Proseguono le lezioni on line di squash a cura del campione italiano Luca Mastrostefano. Ecco la terza parte dedicata alla scelta della racchetta.


Materiali:

Un fattore importante da tenere presente per la scelta del proprio attrezzo è il materiale con cui è esso realizzato.
Un tempo per il telaio della racchetta si usava il legno, soprattutto quello di frassino. Oggi, invece, i fabbricanti, sempre alla ricerca di soluzioni innovative e di elaborazioni tecniche che ne migliorino l'efficacia, usano quasi esclusivamente materiali compositi, gli stessi che vengono utilizzati in altri settori industriali, come quello della produzione di biciclette ed auto.
L'uso di questi materiali ha permesso non solo di aumentare la superficie dell'incordatura, ma di concepire racchette adatte ad ogni tipo di giocatore. La natura delle fibre utilizzate e la loro ripartizione sul telaio influenzano il peso, la forma, la rigidità ed il centro di gravità della racchetta.
I materiali più comunemente usati oggi per la fabbricazione delle racchette sono:

- L'ALLUMINIO
che è molto meno utilizzato rispetto al passato, ma che, grazie al suo basso costo, è adatto alle racchette destinate ai bambini o ai principianti. Una racchetta d'alluminio non consente un buon controllo della palla.

- LA FIBRA DI VETRO che è relativamente economica e permette un buon controllo della palla. Il suo inconveniente principale è la mancanza di velocità.

- LA FIBRA DI CARBONIO che aumenta sensibilmente la rigidità ed il rendimento della racchetta, diminuendone il suo peso. L'uso di alte percentuali di carbonio rende, però, la racchetta rigida ed il controllo della palla difficile.

- LA GRAFITE che è una fibra di carbonio purissimo, molto più rigida, ma meno duratura.

- LE FIBRE DI QUALITA' SUPERIORE come il boro, la ceramica, il kevlar ecc., che aumentano in maniera diversa la rigidità della racchetta, sono molto resistenti agli urti ed assorbono le vibrazioni. In genere, però, non rappresentano che il 5-10% al massimo della composizione della racchetta, pur aumentandone sensibilmente il prezzo.

- LA THERMOLON è una fibra nuovissima nata dalla continua ricerca tecnologica di nuovi materiali, la cui caratteristica è di poter riuscire a dosare contemporaneamente la flessibilità, per una maggior potenza, e la rigidità per un maggior controllo. L'uso di questo materiale consente di poter raggiungere dei risultati incredibili. Durante un colpo forte la racchetta diventa rigida, durante un colpo debole diventa flessibile.




Il sito di Luca Mastrostefano

Le regole dello squash

La scelta della racchetta

La scelta della racchetta - 2a parte

versione per la stampa