Ascolta Radio Bresciasette
Radio Bresciasette
Ascolta Radio Bresciasette
Radio Classica Bresciana

La Vista è Bella

Ore 10:35 lunedì, 07 novembre 2011
La Vista è Bella
"On ne voit bien qu'avec le coeur. L'essentiel est invisible pour les yeux ".
È l'esistenza tutta ad essere messa in gioco nella folgorante massima che Antoine de Saint-Exupery fa dire al Piccolo Principe dalla saggia Volpe. "Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi". Parole narranti che chi è privo della vista comprende appieno nel loro significato più profondo e vero. Eppure quante emozioni accendono in noi i nostri occhi. Quanti messaggi ci aiutano a comprendere, quanti volti e quanti altri sguardi ci permettono di ammirare e cogliere. Quanti paesaggi e quante stagioni si tingono nella nostra mente  di tutti i colori dell' arcobaleno grazie ai nostri occhi e al complesso apparato visivo che li governa. Ma le magiche visioni non sono per tutti perché gran parte dell' umanità soffre ancora oggi di gravi disturbi alla vista. I dati 2010 diffusi dall'OMS confermano che, per la prima volta negli ultimi 20 anni, il numero dei non vedenti e degli ipovedenti nel mondo è diminuito. Le persone cieche sono 39 milioni e quelle ipovedenti circa 246 milioni. Il 90% di queste vive nei Paesi emergenti.

Numeri ancora alti, che però riflettono un miglioramento del 10% rispetto all'ultima indagine dell'OMS del 2004 (45 milioni persone cieche, 269 milioni di ipovedenti). Un dato ancora più sorprendente se si considera che è in netta controtendenza con l'andamento demografico: la popolazione con più di 50 anni – fascia di età in cui si concentra l'82% delle persone non vedenti – é aumentata del 18% soprattutto nei Paesi poveri. Nei Paesi industrializzati per ogni cieco legale ci sono 6 ipovedenti.
In Italia, l'ISTAT stima che siano 362.000 le persone che hanno perso il bene della vista e oltre 1.500.000 quelle ipovedenti. A Brescia e provincia, su una popolazione di circa 1.250.000 persone, più di 1.500 sono i ciechi legali e circa 10.000 gli ipovedenti. Le malattie oculari che determinano ipovisione e cecità sono numerose; la prima causa è la cataratta (39,1%), seguita dai vizi refrattivi non corretti (18,2%), glaucoma (10,1%), degenerazione maculare senile (7,1%), opacità della cornea (4,2%), distacco di retina (3,9%), cecità infantile (3,2%), tracoma (2,9%), oncocerchiasi (0,7%) e altre cause (10,6%). Molte di queste malattie sono strettamente correlate all'invecchiamento come la degenerazione maculare senile che colpisce sopratutto persone al di sopra dei 60 anni e rappresenta, nei Paesi economicamente sviluppati, la causa principale di grave perdita della visione centrale (41% dei non vedenti). Eppure, secondo recenti stime dell' OMS l'85% delle cause che determinano la cecità possono essere prevenute e curate attuando programmi di prevenzione e di interventi mirati, con notevoli vantaggi per la qualità della vita della popolazione disabile o a rischio di disabilità e con minori costi in termini sociali ed economici per lo Stato e la Società.

Proprio per sensibilizzare la popolazione alla importanza della prevenzione nei confronti di queste malattie, ogni anno nel mese di Ottobre si celebra in tutto il mondo La Giornata Mondiale della Vista promossa dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e sostenuta dall'Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità-IAPB (di cui esiste una Sezione italiana) e dall'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti (UICI). La Giornata mondiale 2011 è stata dedicata soprattutto alla terza età, una fascia della popolazione particolarmente vulnerabile perchè gli anziani non si sottopongono a check-up oculistici periodici che, invece, sono fondamentali per individuare situazioni a rischio e preservare una buona qualità visiva.
Grazie alla campagna "Per i tuoi occhi inizia una nuova stagione" in oltre 60 città italiane sono stati allestiti gazebo per la distribuzione di materiale informativo sulle principali patologie visive. Inoltre in 17 città la presenza di  Unità mobili oftalmiche con personale medico a bordo, ha consentito di effettuare controlli oculistici gratuiti. L'edizione del 2010 della Giornata Mondiale della vista era stata dedicata invece principalmente ai bambini, per i quali la prevenzione delle malattie oculari è particolarmente importante. I bambini ciechi nel mondo sono 1,4 milioni: 1 milione di questi vivono in Asia, 300mila in Africa (dati OMS, 2011).

Nei Paesi in Via di Sviluppo il 60% dei bambini che diventano ciechi muore entro 1 anno dal momento della perdita della vista. Anche una banale miopia, che potrebbe essere corretta con un paio di occhiali, spesso impedisce ai bambini di frequentare la scuola e può diventare fonte di discriminazione e isolamento.
 Uno dei problemi più gravi nei Paesi poveri del mondo è la carenza di vitamina A (per mancanza di cibo e/o malnutrizione), che a livello oculare provoca una patologia chiamata xeroftalmia. Nei Paesi ricchi invece, uno dei rischi maggiori che corrono i più piccoli è l'occhio pigro (ambliopia), a causa del quale si può perdere gradualmente la funzionalità di un occhio. E', inoltre, importante che qualunque vizio refrattivo (ipermetropia, astigmatismo, miopia) venga corretto precocemente.
Secondo l'OMS nel 40% dei casi le cause che determinano la cecità infantile sono curabili se diagnosticate precocemente e trattate con interventi mirati. Il Ministero della Salute italiano ha istituito recentemente una Commissione per combattere la perdita della vista, recependo una richiesta avanzata dall'Oms.
Il Ministro della Salute, Ferruccio Fazio, inaugurando la Giornata Mondiale ha ricordato come "già Aristotele diceva che la vista è il senso più amato dall'uomo".

Amiamo dunque i nostri occhi e prendiamoci cura di loro. Come il Piccolo Principe faceva con la sua rosa.
"Voi siete belle, ma siete vuote..." diceva il Piccolo Principe alle rose dei campi " Certamente, un qualsiasi passante crederebbe che la mia rosa vi rassomigli, ma lei, lei sola, è più importante di tutte voi, perché é lei che ho innaffiato. Perché è lei che ho messo sotto la campana di vetro, Perché è lei che ho riparato col paravento. Perché su di lei ho ucciso i bruchi. Perché è lei che ho ascoltato lamentarsi o vantarsi, o anche qualche volta tacere. Perché è la mia rosa".  E ritornò dalla volpe" Addio", le disse."Addio", disse la volpe.

"Ecco il mio segreto. E' molto semplice: Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. E' il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante…Gli uomini hanno dimenticato questa verità. Ma tu non la devi dimenticare…Tu diventi responsabile per sempre di quello che hai addomesticato. Tu sei responsabile della tua rosa".
" Io sono responsabile della mia rosa." Ripetè il Piccolo Principe per ricordarselo.


Tutti noi siamo responsabili di noi stessi e delle cose che amiamo. Tutti noi siamo responsabili dei nostri occhi. Non dimentichiamoli mai.

Della prevenzione delle differenti patologie oculari, delle metodiche sofisticate e delle conoscenze scientifiche più avanzate per intervenire e correggendo i differenti disturbi della visione nei grandi e piccini.

Si parlerà a Panacea con i seguenti relatori:

Dott. Raffaello Mancini
Presidente dell' Ordine dei Medici ed Odontoiatri della provincia di Brescia
Prof. Roberto Pinelli
Direttore scientifico dell' Istituto Laser Microchirurgia Oculare ( ILMO ) di Brescia
Dott. Mario Pappagallo
Medico-giornalista scientifico del Corriere della Sera



< Indietro
"Sette uomini a mollo"
In programmazione, "Sette uomini a mollo" con Mathieu Amalric e Jean Hugues Anglade, in ve (...)
"Bianca Scacciati"
Fino al 3 marzo per "Mostra nel cassetto", omaggio al soprano Bianca Scacciati, fotografie (...)
Hic et Nunc
Personale di Tiziano Calcari "Hic et Nunc". La mostra è aperta tutti i sabati e le domenic (...)
Gli animali nell'arte
Mostra "Gli animali nell'arte - dal Rinascimento a Ceruti". Orari: mercoledì, giovedì e ve (...)
"Canti neri"
Mostra "Canti neri" a cura di Tiziano Doria e Samira Guadagnuol. Orari: giovedì, venerdì, (...)
Pensare per immagini
Mostra "Pensare per immagini - Opere pittoriche di Giacinto Cargnoni". Da giovedì a domeni (...)
"Mickey 90 - l'arte del sogno"
Il Comune di Desenzano annuncia che la mostra "Mickey 90 - l'arte del sogno" è prorogata f (...)
Percorsi di rilassamento
Serata di presentazione "percorsi di rilassamento".
Banff Mountain Film Festival
Alpinismo, bike, arrampicata, natura incontaminata: otto cortometraggi dal Banff Mountain (...)
Un filo di seta da Brescia al Giappone
Mostra "Alla ricerca del baco. Un filo di seta da Brescia al Giappone". Da giovedì a sabat (...)