Ascolta Radio Bresciasette
Radio Bresciasette
Ascolta Radio Bresciasette
Radio Classica Bresciana

L'Ospedalino per Amico

Ore 17:25 martedì, 12 marzo 2013
L'Ospedalino per Amico
Un pensiero che si fa strada percorrendo i corridoi del reparto di Chirurgia Pediatrica, costellati sulle pareti da immagini di volti sorridenti di bimbi guariti e da disegni tutti colorati, è quello inerente la medicina difensiva, oramai tanto praticata da chirurghi che vogliono tutelarsi da possibili denuncie per eventuali fallimenti dovuti non tanto all' imperizia quanto a difficoltà reali o ad imprevisti incontrati sul campo operatorio. Nella chirurgia pediatrica questo atteggiamento di difesa non esiste. Tutti per uno e uno per tutti. Questo è il motto che unisce differenti forze e competenze per salvare un piccolo essere che nulla chiede perché nulla sa e nulla può. Insomma tutti optano per una scelta che sa di amore per la vita e dove eventuali pensieri sulle difficoltà e responsabilità lasciano il posto ad un forte senso del dovere che non si pone altre domande che non siano quelle imposte dalla professione e dall' etica medica. Salvare un essere umano che ha un' aspettativa di vita di 70 anni! E' così che storie meravigliose, al limite del " naturale ", possono accadere. Come la storia di Luca, nato gravemente prematuro. A quindici giorni, Luca pesava poco meno di un chilo e aveva sviluppato una enterocolite necrotizzante; all' età di cinque mesi e due chili e mezzo di peso, Luca è stato sottoposto a un delicato intervento di allungamento dell' intestino che gli ha consentito di potersi alimentare e di continuare a crescere. Oppure, la storia di Alessio affetto da ernia diaframmatica congenita diagnosticata quando era ancora nel ventre materno. La mamma di Alessio avrebbe potuto abortire, come previsto dalla legge 180, invece ha scelto la vita per il suo bambino che, appena nato, è stato trasferito in Patologia neonatale e ventilato meccanicamente. A quattro giorni di vita le condizioni cliniche di Alessio si erano stabilizzate e il piccolo ha potuto affrontare un intervento chirurgico durato tre ore e seguito poi da oltre due settimane di respirazione assistita. Alessio ora sta bene e frequenta la scuola materna come tutti i bimbi della sua età.

Luca, Alessio, Emanuele, Marco, Elisa e tanti altri nomi di piccoli angeli che, grazie alla bravura e all'impegno di tutti gli operatori della Chirurgia Pediatrica, sono ancora tra noi.

I bambini ricoverati, quando possibile, sono coinvolti nel loro percorso di cura e, come per gioco, iniziano a prendere confidenza con persone, ambienti e strumenti. La sala operatoria diventa così una navicella spaziale e coloro che la frequentano ( chirurghi, anestesisti, infermieri, psicologi, ) gli amici di un viaggio avventuroso con i quali condividere giochi e giocattoli. E' così che gli elettrodi da porre sul petto diventano medaglie al valore, i venflon si trasformano in farfalline dell' acqua, le siringhe non hanno aghi, la premedicazione per qualcuno avrà il sapore dell' acqua di mare , per altri quello del limone. E poi colori e giocattoli ovunque con lettini arricchiti da nastri colorati. La sala operatoria diventa un luogo amico, da non temere. GIOCAMICO è il nome dato a questa iniziativa che parte dal presupposto che il bambino rimane bambino anche in Ospedale ed è in questa consapevolezza che tutto deve essere ritagliato su di lui e sulle sue necessità. Giocamico, progetto già attivo nell'Azienda Ospedaliera di Parma dal 1998, è stato fortemente voluto dal prof. Alberti, Direttore del reparto di Chirurgia Pediatrica di Brescia. Questo progetto, che si basa sull'alleanza tra la famiglia e l'equipe curante, alimenta la fiducia reciproca e facilita la comunicazione tra gli attori del percorso di cura, fattori questi essenziali per arrivare al miglior risultato possibile in termini clinici e assistenziali.

Degli sviluppi fatti dalla Chirurgia Pediatrica negli ultimi decenni, delle malformazioni e patologie curabili oggi con tecniche chirurgiche all' avanguardia e sempre più mini invasive, del grande lavoro in rete tra le differenti Cliniche Pediatriche, di come oggi vengono concepiti gli ambienti ospedalieri dedicati ai bambini, del progetto Giocamico e della Scuola in Ospedale, si parlerà a Panacea con i seguenti relatori:

Dott. Raffaele Spiazzi
Direttore Sanitario del Presidio "Ospedale dei Bambini" di Brescia

Prof. George Ekema
Chirurgia Pediatrica Università di Brescia AO Ospedali Civili di Brescia

Prof. Daniele Alberti
Direttore dell' U.O. Chirurgia Pediatrica Spedali Civili di Brescia

Dott.ssa Rachele Ramponi
Psicologa, U.O. Chirurgia Pediatrica Spedali Civili di Brescia

Sig.ra Loralma Bellometti
Insegnante di scuola primaria, della Scuola Ospedale dei Bambini di Brescia

Sig.ra Maria Antonietta Belotti
Insegnante di scuola primaria della Scuola Ospedale dei Bambini di Brescia



< Indietro
Banda cittadina in concerto per il 25 aprile
Anche quest'anno l'Associazione Filarmonica "Isidoro Capitanio" Banda cittadina di Brescia (...)
"La stanza dei fiori"
Mostra "La stanza dei fiori", pittrici botaniche nell'Ottocento francese, opere da collezi (...)
Gli animali nell'arte
Mostra "Gli animali nell'arte - dal Rinascimento a Ceruti". Orari: mercoledì, giovedì e ve (...)
25 aprile
Per il 74° anniversario della Liberazione, l'Anpi invita alle celebrazioni del 25 aprile. (...)
PRENOTAZIONI PER "Le amiche che non ho più. L ...
Per "Il filo delle idee", lunedì 6 maggio alle 18.00 avrà luogo la presentazione del libro (...)
Armida Gandini / "Di moto infinito"
Fino al 1 giugno, mostra "Di moto infinito", opere di Armida Gandini vincitrice della seco (...)
"Presentazione al tempio" del Perugino
Dal 9 aprile al 21 luglio 2019 la Pinacoteca ospiterà la "Presentazione al tempio" di Piet (...)
"Emozioni su tela"
Mostra personale di pittura "Emozioni su tela" di Ulisse Gualtieri. Tutti i giorni con ora (...)
"Art Glass" Domus dell'Ortaglia / speciale 25 ...
Due giornate speciali per lo straordinario tour virtuale nell'antica Brixia: alle 11.30, 1 (...)
"Talent music master concerts"
Per la stagione concertistica "Talent music master concerts", appuntamento con il concerto (...)