vai alla Home Page
Google
  cerca
Vittorio Franzoni Gioia
Le Foto di BOL
ANNUNCI
BRESCIA NON PROFIT
CONOSCI IL TERRITORIO
FORMAZIONE E LAVORO
SPORT
TEMPO LIBERO
TEMPO LIBERO
Acquista i biglietti online: concerti, spettacoli teatrali e sportivi ...

Le mostre a Brescia e provincia...

Numerica
VIAGGIARE

Centri benessere, beauty farm e terme...


30 31 1 2 3 4 5

 Chiedo se scusa se parlo di... Gaber, con la banda Gaber. 

Dopo quindici anni la storica&...

Ristoranti
Agriturismo
Pizzerie
Trattorie

Gli appuntamenti in programma a Brescia e provincia.

Conferenze, convegni e incontri ...
In esclusiva con BresciaOnLine il catalogo completo della biblioteca Queriniana di Brescia.
MUSICA
HOBBY E COLLEZIONISMO
image

HONDA CB 750, LA PRIMA VERA MAXI A QUATTRO CILINDRI DEL SOL LEVANTE

La CB 750 - seppur progettata, così dicono le cronache, in meno di due anni - seppe far rompere quella naturale ostilità dei motociclisti europei ed americani che fino all'uscita di questa prima Four non apprezzarono mai del tutto la copiosa produzione giapponese, tutta incentrata sulle piccole cilindrate. Le Bsa, le Norton, le Triumph, le Bmw, le Guzzi, le Harley erano le moto 'vere' mentre quelle del Sol Levante erano solo piccole cilindrate che, seppur perfette e performanti, non sapevano infrangere il cuore dei motards alla ricerca delle massime prestazioni.

L'elegia per la CB 750 Four è stata scritta da molti, in diversi momenti e in diverse epoche, ma allora - e si parla ormai di più di trent'anni fa - la sua messa in commercio fu talmente stravolgente da dare una svolta storica al prodotto motociclistico, oggi e ancora più allora.

Quando venne presentata ufficialmente in Italia - al Salone di Milano del 1969 - la CB 750 Four costava 970.000 lire (prezzo più o meno allineato a quello di un'autovettura di 1000 centimetri cubi di allora) e oggi - per chi volesse divertirsi con una moto ancora attuale, comoda e affidabilissima - la sua valutazione è stimata attorno ai dieci milioni di vecchie lire per i primissimi modelli anche se le ultime versioni (quelle di fine '77) si possono trovare a molto meno. E chi volesse togliersi lo sfizio di guidare una CB 750 non si preoccupi troppo di trovare una Four perfettamente originale (il 'gioco' è facile perché la Honda ha ancora in catalogo tutti i ricambi originali) anche perché, proprio in quegli anni, la personalizzazione - scarico quattro in uno, manubrio 'scopino', sella scamosciata, ecc. - era quasi d'obbligo e ben poche delle 750 Four mantennero il loro aspetto originale.

versione per la stampa