Clicca qui per stampare la pagina



image

I consigli di Napoleone

Le ultime parole famose






CONSIGLI D'AUTORE PER LA VITA SUL LAVORO


Oggi abbiamo aperto il libro dei ricordi, e abbiamo cercato di vedere – come già altre volte abbiamo fatto su queste pagine – se voci dal passato possano dare qualche suggerimento per affrontare la vita lavorativa di oggi.

Un primo spunto arriva da Michelangelo. Una volta gli chiesero come facesse a scolpire, ed egli rispose: “E’ semplice. Basta levare il superfluo. La statua è dentro di noi”. Dedicato a chi pensa che se non spieghi per filo e per segno ai collaboratori ciò che devono fare non ne verrà mai niente di buono.

Un altro spunto da Cesare Beccaria: “Una ragione illuminata preferisce il comandare ad uomini felici più che a una greggia di schiavi”. Dedicato a chi pensa che investimenti orientati allo svago in azienda siano investimenti inutili.

Un altro spunto da Blaise Pascal: “Due visi somiglianti, nessuno dei quali da solo fa ridere, fanno ridere insieme per la loro somiglianza”. Dedicato a chi non crede nella forza del gruppo e crede solo al valore dei liberi battitori.

Chiudiamo con una citazione dallo scrittore inglese Jerome Klapka Jerome: “È impossibile godere appieno dell'ozio se non si ha un sacco di lavoro da fare” (anche se – diceva Aristotele – “Lo scopo del lavoro è quello di guadagnarsi il tempo libero”)…

In collaborazione con IOCAP


versione per la stampa

Clicca qui per stampare la pagina