ULTIM'ORA DI TELETUTTO
DELITTO DESIREE, ERRA E LE NUOVE PROVE VECCHIE DI 16 ANNI
17-02-19 ore 13.01 C'e' un padre convinto che tutta la verita' non sia stata scritta. E poi c'e' un condannato che racconta di sapere chi puo' svelare come sono andati davvero i fatti.Da una parte Maurizio Piovanelli, papa' di Desire'e, che nei giorni scorsi e' gia' stato ascoltato dagli inquirenti bresciani dopo l'esposto presentato in Procura per chiedere di individuare il presunto mandante del delitto di sua figlia che sarebbe da rintracciare nel mondo della pedofilia, e dall'altra Giovanni Erra, condannato a 30 anni, che ora dice: "Non c'entro con l'omicidio" e che vuole chiedere la revisione del processo. Ma perche' un uomo trascorre 16 anni in cella prima di invocare una nuova giustizia?
altre news